Antonio Paoluzi

L'arte Del Suono

The Z’Ester : Il nuovo modo di testare i diffusori

The Z-Ester

AST – Advanced Speaker Testing System

 

Nel corso degli ultimi anni si è assistito allo sviluppo di sistemi di amplificazione sempre più sofisticati e dalle caratteristiche di giorno in giorno sempre più evolute. In particolar modo nel mondo dello spettacolo con l’avvento dei Line Arrays si sono raggiunti dei livelli di qualità impensabili fino a pochi anni prima. L’uso di questi sistemi, se da una parte ha reso più semplice l’installazione dell’impianto audio, richiede una particolare attenzione in fase di progettazione e, soprattutto, si basa sull’assunto che gli speakers utilizzati siano tutti esattamente uguali. Una linea di suono, per sua natura, garantisce le performance previste solo ed esclusivamente se è costituita da una linea continua, e un diffusore mal funzionante all’interno di un cluster può causare effetti difficilmente prevedibili ed inficiare la buona riuscita dello spettacolo. Spesso, anche se si riesce ad individuare lo speaker “malato”, difficilmente si può intervenire per sostituirlo, se non con grande perdita di tempo e notevoli difficoltà operative.

Zester foto med

The Z-Ester è un dispositivo per la verifica del corretto funzionamento degli altoparlanti, creato su misura per controllo dell’efficienza di diffusori passivi a piu vie. In particolare è costruito in modo che si possa connettere direttamente al diffusore senza l’ausilio di elettroniche esterne e quindi si adatta particolarmente bene al lavoro sul campo.

Capita spesso di dover verificare una serie di speakers prima che vengano montati, oppure di dover testare un impianto già appeso ma ancora non è disponibile l’alimentazione per accendere i finali. Zester è il modo più veloce e preciso per verificare le linee di potenza e scoprire in tempo reale eventuali problematiche.

L’unico modo per sapere se un altoparlante si comporta nello stesso modo di un altro è misurare, e confrontare, il suo modulo di impedenza. Fino ad ora il normale test sul campo veniva effettuato con strumenti quasi di fortuna come improbabili generatori di toni o, nel migliore dei casi, misuratori di resistenza elettrica. Anche nel caso di una verifica del sistema completo spesso ci si affida all’orecchio: “il rosa si sente, quindi funziona”….

Il funzionamento è molto semplice: si connette lo strumento con un cavo al diffusore, tramite il bluetooth l’apparecchio si connette al dispositivo Android ed alla sua App, e sul touch screen si preme il pulsante test. Lo strumento emette uno sweep che gli consente di registrare l’andamento dell’impedenza. La curva viene visualizzata e può essere memorizzata per essere confrontata con la misura di un altro diffusore.

La Schermata principale

Nella schermata principale si trovano tutte le funzioni operative, le finestre delle curve di impedenza ed i pulsanti necessari.

Vediamone la funzione per blocchi funzionali.

Sezione di destra – Test e memorie

TEST –Avvia il test sulle vie selezionate e memorizza le curve nella memoria “LIVE”

Mem 1-6 –Memorie sulle quali si conservano le curve da confrontare con la LIVE

STORE –Memorizza le curve nella memoria selezionata. Si sceglie una delle Mem e si preme Store. Le curve LIVE ora sono memorizzate nella Mem selezionata

Reset ALL –Elimina tutte le curve memorizzate

Sezione in basso a sinistra – Opzioni grafiche

Zoom +/- –Permette di ingrandire o ridurre la dimensione verticale delle curve

Smooth +/- -Regola la maggiore o minore precisione della curva

Nero/Bianco -Colore dello sfondo delle finestre delle impedenze

Default view -Ripristina i valori di Zoom e Smooth ai valori di default

Sezione in basso al centro – Selezione modo operativo

4Way –Modo 4 vie, il test viene effettuato in sequenza su tutte e quattro le vie dello Speakon 8

2Way 1-2 -Modo 2 vie, il test viene effettuato in sequenza sulle vie 1 e 2. Questa modalità è valida per le connessioni Speakon 8 e Speakon 4

2Way 3-4 -Modo 2 vie, it test viene effettuato in sequenza sulle vie 3 e 4. Questa modalità è valida solo per connessioni Speakon 8

W1 -Test solo sulla via 1, Valido per connessione Speakon 8 e Speakon 4

W2 -Test solo sulla via 2, Valido per connessione Speakon 8 e Speakon 4

W3 -Test solo sulla via 3, Valido solo per connessione Speakon 8

W4 -Test solo sulla via 4, Valido solo per connessione Speakon 8

|Z| / Delta Z –Passa dal modo di visualizzazione normale del modulo di impedenza alla visualizzazione della sua derivata. Uile per il confronto di più diffusori in parallelo dalle caratteristiche simili

Utils –Va alla schermata delle Utilities

Nella finestra del grafico si seleziona il modo operativo, nell’esempio il modo Way1 sulla via n. 1, e si preme il tasto TEST. Il test viene avviato e la curva LIVE viene visualizzata. Si seleziona una delle memorie nella barra sulla destra e si preme STORE. Si connette un altro diffusore e si testa di nuovo. Vengono visualizzate le due curve, la memoria selezionata e la LIVE appena ricavata dal test. Se le curve si sovrappongono il test è positivo e i diffusori possono essere considerati uguali, a meno di una certa tolleranza, ed il risultato in basso a sinistra sarà “GOOD”. Se però le curve si discostano molto l’una dall’altra il risultato del test sarà “FAIL!!!” e sappiamo che ci troviamo di fronte ad un problema.

Nella finestra si trovano anche altre indicazioni utili:

DC -indica la resistenza elettrica in continua, la stessa che misureremmo con un normale multimetro

@1KHz -indica l’impedenza a 1000 Hz che è il valore che viene grossolanamente indicato come “impedenza nominale”

Max Dev -è la deviazione massima che si è misurata alla frequenza indicata subito accanto

Passando il dito sul grafico si può leggere il valore dell’impedenza alle varie frequenze.

La Schermata UTILITIES

Nella schermata Utilities ci sono informazioni ed alcuni comandi di base

QUIT -Esce dal software

Conn BT –Stabilisce una connessione con il dispositivo. All’avvio del software, se l’apparecchio è acceso, normalmente la connessione viene stabilita automaticamente e la prima schermata che appare è quella principale. Alcune volte però i tempi di risposta del Bluetooth sono maggiori e la connessione non viene stabilita correttamente. In questo caso la schermata che appare è Utilities dove è possibile stabilire la connessione manualmente.

Disc BT -Disconnette la connessione Bluetooth.

Calib -Effettua una calibrazione dei parametri di lettura del sensore. Normalmente non accorre utilizzarlo in quanto la calibratura viene effettuata prima di ogni lettura.

SPK Check -Va alla schermata principale.

Batt -Indice di carica della batteria

La Schermata FILES

In questa schermata sono presenti i comandi per la gestione dei files, salvataggio e caricamento.

Sulla sinistra appare l’elenco dei files già salvati nel dispositivo Android. I files sono conservati in una cartella chiamata “Zester Files”nella cartella documenti dell’archivio Android.

Sulla destra ci sono le memorie attualmente memorizzate.

Si seleziona una memoria, in questo caso la memoria n.3 azzurra, quindi appare immediatamente il preview delle curve contenute nella memoria. Premendo il pulsante verde “Save mem” appare la tastiera che permette di dare un nome al file

Se si seleziona uno dei files sulla sinistra appare un preview del contenuto del file ed il pulsante di caricamento cambia in “LOAD”. Premendo il pulsante il file viene caricato nella posizione della memoria selezionata

Selezionando un file e premendo DELETE il file viene cancellato definitivamente dal dispositivo.

Con il pulsante “SETUP Save” si passa alla finestra di salvataggio e caricamento dei Setup, cioè l’insieme di tutte le memorie dei settaggi del sistema.

 

pannello

Per Iniziare

Prima cosa da fare è installare sul vostro device Android l’applicazione Zester che può essere scaricata a questo link 

https://drive.google.com/file/d/1FQAu2oS97HnkmPBDu0blE1BSx_hk-MJG/view?usp=sharing

Il vostro telefono o tablet vi chiederà cosa fare del file, cliccate su installazione pacchetti e poi vi chiederà se volete installare l’applicazione. Andate avanti e il software verrà installato.

Naturalmente occorre dare il permesso all’app di utilizzare il Bluetooth, se viene richiesto.

Altro passaggio fondamentale è autorizzare l’app ad accedere alla memoria interna, altrimenti il salvataggio dei files non funzionerà ed il software andrà in crash. Per fare questo occorre andare in Impostazioni/applicazioni/Zester e nella pagina di autorizzazioni spuntare “memoria”.

A questo punto quasi ci siamo.

L’ultimo passaggio è quello di accoppiare il bluetooth. Si accende l’apparecchio, si va in Impostazioni/Bluetooth e si scansiona. Apparirà qualcosa con il nome “H3” oppure “HC06”.

Eseguite l’accoppiamento utilizzando la password “1234”.

Il gioco è fatto, Buon Z’Ester.